8.5.11

Antonì Gaudì e poi varie ed eventuali!

 sono stata a barcellona. io adoro quella città. con mio marito la ho visitata da giovane sposa che di giorno sul viso accaldato e trasparente di emozioni mostrava l'amore provato durante la notte.
le case del gaudì e la movida che allora non era fatta di bellezze perfette ed inquietanti e musiche sintetiche che procurano desideri sessuali a gente che in realtà non prova nulla. questa volta non mi riguardano. io ci sono per lavoro - quel lavoro che continua a piacermi moltissimo. mi rendo conto che 20 anni di esperienza da indipendente mi hanno insegnato molto. mi rendo conto che sono una persona speciale. anche sul lavoro. la gente mi ascolta. un po' mi lascio prendere dal momento e mi bagno le mutande di piacere del potere ma un po' mi chiedo anche cosa cazzo è sta roba che ho e che sembra fare effetto sugli altri. a me piace capire e con gli altri di solito non mi restano dubbi - su di me invece sono sempre tantissimi. i dubbi.

durante la notte tra giovedì e venerdì mi viene una colica renale in un albergo a 5 stelle nella parte vecchia di barcellona. torno immediatamente con i piedi, anzi, con il culo per terra. chiamata alla reception, il concierge che non capisce subito finché non gli dico in brutta maniera cosa penso di sua madre, ambulanza, ospedale. gente estranea. ed eccola qua la mod piccola, piccola che non sa più fare nulla, che diventa brutta, che non riesce a farsi ascoltare da nessuno salvo una ragazzina che lì, nel pronto soccorso, fa le pulizie notturne per 2.80 Euro all'ora. mi rendo conto che non sono io ad essere speciale ma ognitanto lo è la vita che mi capita. speciale in tutti i sensi.

rifletto l'ennesima volta sul dolore e come non lo sopporto. alle volte, in passato (ma anche oggi potrebbe ancora capitare), quando una qualunque emozione, brutta o bella che fosse, diventava troppo forte io mi tagliavo con le mie lame. il dolore della lama è una cosa bellissima per la mod - è un bruciore ghiacciato. non saprei descriverlo diversamente. ed è l'unico dolore che mi da piacere. Infatti sono convinta di amare il ruolo di dominante perchè se do dolore ad un altra/o il mio svanisce (si apre la discussione pacata e serena su quanto è idiota come discorso - non dico di no, eh?!)
.
verso le 7 di venerdì mattina i farmaci fanno effetto. finalmente riesco a trovare pace. nel frattempo devo spiegare al medico di turno tutta la mia cartella clinica che per fortuna porto sempre con me. è un raggazzo molto giovane. avrà 30 anni, non so. parliamo in inglese. il suo è quasi senza accento e allora lo metto in contatto con il mio amatissimo e fidatissimo doc a. di houston, texas. il ragazzo diventa rosso, dice che è un onore per lui parlare con il vecchio dall'altra parte dell'oceano....alle volte alla mod sembra di vivere in un film. dopo lui sa cosa deve fare - e lo fa bene. sabato sera sono a casa. sana e salva.

prego coso....dio...che ancora per un po' si diletti ad osservarmi nella mia felicità. chiedo 5 anni. trattabili. come al solito lo stronzo non risponde. ma ci sono altri che mi parlano. con amore e senza fare promesse.

e a me sta bene cosi.

love, mod

14 commenti:

Monsieur Leguizamo ha detto...

Te ne garantisco altri venti di anni; con opzione di prolungamento.
Con "coso" ci parlo io.

E' un piacere rileggerti ogni tanto. La giusta cadenza per capire che la tua "nuova vita" ti piace e ti impegna!

215 ha detto...

hey Mod..da quello che leggo sei speciale (e ribadisco femmina amara)e impregni la vita che ti capita, non il contrario!
baci super-mod
215

Kameo ha detto...

Deve esserci stata una epidemia di coliche quella notte, perchè mi è arrivata notizia da altra persona vicina .... strane coincidenze, bha!
Sempre felice di sentire che ci sei e che la vita ti sorride :-)

PS come se lo prolunga Monsieur?

Gio ha detto...

Mod, ma allora non mi credi quando te lo spiego perchè sei unica e inimitabile? :-)

Sono contentissimo di non leggerti per giorni e giorni, sai?

E allora penso che sei a Vienna, o Berlino, o Praga (una città migliore dove capitare non esiste ;-) ).

E so che ovunque andrai ci sarà TUTTO di Mod.

O almeno tutto quello che io di te ho visto - e che AMO.

Ciao bellissima,

Gio

Monsieur Leguizamo ha detto...

Domanda "ambigua" Kameo!
Allora modifico la postilla in "con opzione di proroga"! ;-)

Kylie ha detto...

Una spiacevole disavventura per fortuna finita bene.
Di anni te ne auguro almeno 50.

Un abbraccio e buona serata!

Elvezio Sciallis ha detto...

Mi ritengo fortunato perché in 40 anni sono entrato solo una volta in ospedale, quando mi avevano squarciato il sopracciglio con un calcio. A parte questo mai nessun malanno, ma proprio nemmeno appendicite o tonsille, nulla.

Proprio a inizio di quest'anno mi sono però beccato anche io una serie di coliche renali allucinanti, con l'aggravante di non sapere cosa fossero e di non essere "abituato" al dolore.A me sembrava di morire, non potrei descriverlo in altra maniera, non potevo stare seduto, sdraiato, in piedi, nulla se non soffrire.

Già avrei massima solidarietà comunque, ma sapere con esatta precisione cosa sia una colica renale me la raddoppia, come se poesse esistere una massoneria dei colicati renali...

Un abbraccio, lieto che sia andata bene.

VioletPussy ha detto...

...5?!....5?! Guarda che se Coso te ne lascia solo 5 se la deve vedere con me...E sò cazzi ammmmari!!! Comunque si vede che quello che fai ti piace e ti "prende"! Brutto sapere che sei stata male,bello sapere che stai già meglio...Ti bacio tanto Mod adorata! ;*

Colei che... ha detto...

Mi associo al coro di commenti dei contenti di sentirti! Bella Barcellona... Ho odiato il suo traffico, ma un giro sul tetto della Pedrera, in un momento in cui i turisti non sono troppi, e qualcosa che riappacifica con il mondo... :)

P.S. - Ne approfitto per lasciare un bacino a Gio'! (sei sempre il solito, dolcissimo, Gio') ;)

Desire ha detto...

: ( ............... ^__________^


Baci

Desire

Baol ha detto...

Quanto, la vita, può sbatterci in faccia dei dubbi quando abbiamo certezze? Credo tantissimo, credo che sia il suo compito specifico. Ripiombare a terra fa male, un male che non si augura a nessuno ma se ti sei rialzata allora continua così, contrattare 5, 10, 20 anni lo saprai fare meglio di un vecchio sindacalista della CGIL

SILVIA ha detto...

già, il vento leggero non fa mai rumore ne promesse che non può mantenere....ho imparato a non cercare nel fracasso che mi circonda e a non cercare fuori di me ciò che invece stava dentro.
Prova nella brezza, con affetto.
(Cf. 1 Re 19,9-15)

bondearte ha detto...

Ciao Mod
Spero che tu abbia recuperato
Bacione,dolcissima Mod
Paulo

Milo ha detto...

...cazzo Mod c'è dolore e dolore e la colica renale quand'è brutta è brutta veramente!!! (provato anch'io quando bevevo troppo vino "del contadino" in Oltrepò, pochi metri sopra la nebbia delle risaie. Ne sono uscito: da vino, nebbie e risaie).

Son contento che sia stra-passata (ti leggo solo ora) e sono più che certo del tuo forte magnetismo (e che tu non te lo sappia spiegare non ha molta importanza).

Il bruciore ghiacciato invece non me lo so spiegare io, ma questo lo sapevi già, non è vero?

Però, baci appassionati dai fandanghi! ;))

:) :) :)