14.10.10

press play!

il gioco può avere tanti nomi, crearsi a sopresa tra persone che non si sarebbe mai detto che...ed evolversi a sorpresa e per la delizia dei partecipanti.

ad esempio.
vi è mai capitato, viaggiando in treno o in aereo, di fantasticare sui compagni di viaggio perfettamente sconosciuti? avete mai osservato queste persone cercando di indovinare come sono, cosa gli piace e cosa no?
avete mai ragionato su un/una collega di lavoro che non si sbottona mai in ufficio, tutto/a efficienza e professionalità, come si comporterebbe fuori dall'ambiente lavorativo?
oppure avete mai letto un blog "a tema" (qualunque!) e cercato di immaginare l'autore/autrice oltre a quello che scrive nel blog?


ecco. io lo faccio sempre. continuamente, direi. forse perchè ho vissuto a lungo in una specie di solitudine elettiva e ora sento la voglia di "connettermi". e allora vedo qualcuno, lo conosco magari superficialmente, qualcosa mi colpisce, non so...uno sguardo, un gesto o una reazione e parte il mio film - cioè cerco di immaginare la persona dietro la "compostezza dell'anonimato del momento". alle volte, se la persona è particolarmente interessante, strana, brutta, bella, stronza o particolare faccio la mia mossa. cerco di attirare la sua attenzione e stabilisco il contatto. come ho già detto altre volte molto spesso non succede assolutamente nulla ma qualche volta sono fortunata e faccio delle esperienze interessanti.
spesso i commenti ai miei post "in tema" avevano il tono di chi non crede tanto negli incontri casuali con esito felice. del tipo "ma dai mod, non è possibile che quella te l'abbia data cosi su due piedi in treno senza esservi mai conosciute prima" (pensavo "cavolo! per forza "su due piedi" - o come cazzo lo vuoi fare diversamente nella toilette del eurostar-linea-roma-verona?!")
leggendo questo tipo di commento penso sempre che chi scrive deve essere una persona che in realtà non si interessa a fatto a chi ha intorno. intuisco che si tratta di persone che non sono curiose e ottimiste ma piùttosto egocentriche e deluse.

il mio gioco è la caccia - che ha le sue regole. le cose da fare, da non fare assolutamente, il suo tempismo, l'attesa paziente, una certa mimetizzazione, la velocità d'azione al momento in cui cacciatore e preda si riconoscono nei reciproci ruoli. come ogni gioco anche la caccia necessità di intraprendenza, prontezza di spirito e intuito.
percepisco in tante persone il desiderio di fare cose eccitanti, di essere stimolati da eventi che non s'aspettano. specialmente di questi tempi che tutto è saputo, tutto si dice, tutto si può comprare avverto nelle persone la voglia di essere sorpresi, di essere preso in contropiede.
ma essendo la maggioranza delle persone pigra, annoiata, passiva, scoraggiata, diffidente e delusa solo a pochi è dato di partecipare al gioco.

per avere qualcosa di bello, fare una esperienza che vale la pena essere ricordata e incontrare persone di qualità bisogna buttarsi nella mischia con la certezza di dover setacciare bene - e come un cercatore d'oro bisogna avere pazienza, tanto ottimismo e perseveranza. e prima o poi un "nugget" si trova.

love, mod

12 commenti:

Il grande marziano ha detto...

Però se è un "nugget" lo sai soltanto dopo.

Monsieur Leguizamo ha detto...

Quotata al 100% da qualcuno (moi) che a forza di buttarsi nella "mischia" si è spesso "sgrugnato" su duri pavimento.
Ma il vizio di farlo non l'ho perso....anzi!

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

capita sì anche a me di farmi spesso film mentali. e molte volte sono anche meglio dei film che vengono prodotti...

Baol ha detto...

Quello di cercare di indovinare come sono le persone è un gioco che faccio davvero spesso; mi immagino vite e ramificazioni delle stesse; molte delle cose che scrivo nascono così.

Mi piace ripetermi spesso che ognuno ha una storia, che ognuno E' una storia

Gio ha detto...

Sognatore numero 314 presente :-)

Gio ha detto...

E adesso che ho un attimo libero, un commento sensato.

Giocare, sognare ... sono lussi che possiamo permetterci anche 'da grandi'.

L'avventura è tutto, e va ben oltre 'il sesso'.
L'avventura è scoperta :-)

Magari scoprire che invece che cacciatori si è prede!

dlx ha detto...

Mi ricordo che una volta, parecchi anni fa, un tizio mi disse: osa di più. Ma a volte non è proprio il caso. (questa te la devo raccontare)

mod ha detto...

marz) ... insomma non sei disposto ad "investire" se non hai la certezza del "tornaconto"? sì, è una provocazione. no, non mi devi nessuna risposta. :) love, m.

M.) come ti ho già detto "en privé": non si tratta di vizio. credo sia una specie di "vitalità perpetua". non so se sia una benedizione... credo di sì.

kiddo)...insomma, a te basta il film. ti fermi sempre lì? sì, sto cercando di farmi i cazzi tuoi! :) love, m.

baolito mio) ma tu la storia la vuoi immaginare o sentire/scoprire. sei come kiddo? :) love, m.

gio) ...i ruoli invertiti? difficle. ma possibile. magari succede anche senza che uno s'accorge...:) bacio, m.

lù) mo' ti chiamo.

Ste ha detto...

You're right! =) Credo che il mio gioco sia la scoperta. Non un ambito preciso, semplicemente andare oltre. La domanda cosa caspita sei dietro la maschera che mostri? me la pongo spesso. Non riesco a non osservare e scandagliare chi mi interessa, per un qualsivoglia motivo, come se stessi cercando sempre qualcosa ma non ho la più pallida idea di cosa sia. E a volte mi piacerebbe che qualcuno provasse a fare lo stesso "gioco" con me, mi terrorizza ma mi piacerebbe.Il gusto di aver trovato "qualcosa" di non evidente al mondo.
I don't know, maybe I'm trying to discover which game I love to play. Mi sto mettendo alla prova ma, caspita, sento dentro qualcosa che dice Hurry up! Fai qualcosa!. =)

Beso
Ste

Baol ha detto...

Se mi chiedi se la storia la sento, sì, certo, nel momento stesso che la immagino; ci sono storie che sento di più altre di meno. Se mi chiedi se voglio viverle, beh, ne immagino così tante che non potrei viverle tutte e non potendo farle, non ne vivo nessuna se non quella che mi è capitata in sorte (che non è nemmeno malaccio eh)

mod ha detto...

ste and baol) :) I appreciate the personal kind of commenting. thx, guys

carlos ha detto...

Cara Mod, chi cerca e sa cercare trova. Il tuo gioco della caccia è quanto di più naturale e gioioso ci sia, è ciò che muove le stelle e fa girare il mondo.
A volte ho qualche piccolo rimpianto per aver più spesso preferito i film ad esiti dati per scontati.

Forse perché mi è capitato di essere anche (per fortuna in parte) una persona pigra, annoiata, passiva, scoraggiata, diffidente e delusa.

A volte forse (e spesso stupidamente) per non infrangere codici morali.

A volte semplicemente per mancanza di quel pizzico di coraggio in più.

Comunque di partite ne ho giocato, con vincite e fallimenti. Ma meglio non ragionare col pallottoliere.

Ancora non so bene se sono stato più cacciatore o più preda. Forse più preda, in un caso sono stato proprio stanato. Ma mi piace variare.

Mi stimola molto il "tema" del viaggio e mi dai lo spunto per un post sull'argomento.

Molti Baci