29.9.10

MODream

mi addormento con il portatile acceso sulla pancia. il doc mi ha dato da leggere una roba che pensavo di conoscere già. invece no.
da circa due anni e dopo un episodio houstoniano piùttosto grave la mia memoria fa cilecca. non sembra. ma è cosi. in mezzo ad un discorso e senza preavviso magari mi si chiede "ti ricordi, mod?" e io resto lì come una cretina. di solito rispondo "ah, sì, è vero. ora mi ricordo." chiaramente chi mi conosce un po' bene mi sgama subito.
inomma, ieri sera m'addormento dopo aver letto questa roba che dovrei ricordare ma invece no.



(ecco. qui bisogna che dichiari che il mio maschio preferito è quello snello, veloce,  magari un po' sfugente. uno che non rappresenta una minaccia. con un sorriso disarmante e la lingua veloce in tutti i sensi. uno che non si lascia prendere facilmente)

e sogno questo:


sogno di un maschio enorme, muscoloso che ride di me.
e sogno di me che fatico a metterlo giù - ho come la sensazione che riesca solo perché lui ridendo cosi non è molto coordinato nelle sue mosse e poi sembra che mi voglia lasciare giocare, come farebbe un adulto con un bambino, altrimenti le prenderei, la sensazione è netta e inequivocabile . e m'incazzo ancora di più perché questo continua a ridere. quando cerco di mettergli le manette sono piccole per i suoi polsi, quando lo imbavaglio con le mie mutande, semplicemente li ingoia e continua a ridere, quando gli metto le mie pinze d'acciao più belle (la foto è la cosa più verosimile che ho trovato - ma dovrebbe rendere l'idea) lui se li guarda e poi scoppia ancora in quella risata genuina, divertita e irresistibile.
 cioé, di solito rido anche io, ma nel sogno no. anzi, mi arrabbio sempre di più. diventa incubo se io perdo la capacità di ridere di me. e non riesco a svegliarmi.

insomma alla fine lo faccio fuori ma senza piacere. e anche qui, cazzo: di solito, quando il sogno è bello mi sveglio SEMPRE sul più bello. e qui invece me lo faccio tutto il trip: il tipo, anche da morto, mantiene un espressione divertita.

mi sveglio sotto sopra nel letto, con coperta, cuscini e lenzuola sparse. e il portatile è caduto. ma che cazzo!!!

love (mica tanto), mod

13 commenti:

Monsieur Leguizamo ha detto...

Ehm, ma chére, qui occorre darsi una ripassatina a Nietzsche, altro che strufoli...

unwise ha detto...

il tuo inconscio ti ricorda che c'è sempre qualcuno che è più forte di te... e allora basta scegliersi gli avversari giusti! :)

Baol ha detto...

Boh, magari alcune cose non si ricordano perché non meritano di essere ricordate...

Ste ha detto...

Beh se ti interessa stanotte ti ho sognato (ovviamente l'immagine che ho di te) e a un certo punto ti eri un po' incazzata con me per un piatto di ravioli =)
Beso
Ste

perbacco ha detto...

beh io non ti sogno, però ho cercato di immaginarti diverse volte. Snello e veloce? Perbacco sono io!

indierocker ha detto...

uff, e' una vita che non passo di qui... e mi sono perso molto!
ciao!!!

mod ha detto...

M.) ...Nietzsche si scopava la sorella e la maltrattava...uno cosi non lo leggo manco se mi paghi (ora che ci penso ce ne sono altri filosofi del cazzo che non reggo), salvo il dovuto a scuola che mi fece avere una censura vera e propria e una sospensione di tre giorni per un compito in classe V - che loro definirono pornografico, ma che commosse 2 o tre persone giuste. Non che mi dispiaceva per l'incesto. mi faceva incazzare come deve averla trattata la sorella.
:) MY brother would never treat me ugly.

un) e che gusto c'è a sceglierli per vincere sempre? ognitanto è giusto che qualcuno ci faccia la sorpresa. cosi si evita di diventare superbi.

baolito mio) magari fosse cosi. io, invece, ricordo tutte le cose brutte e le belle soccombono in quella merda.

ste) dettagli!!!!

perbacco) uffff....

indie-baby) lo sapevo che sraesti tornato prima o poi. are you good?

love to all, mod

Pupottina ha detto...

stupendo l'uomo nella prima foto!!!
mi hai dato un'idea!!!

un abbraccio e buon weekend ^__________^

Ste ha detto...

Non ricordo molto: c'eravate tu e Tonia (una mia amica) e io stavo cucinando e non ti andava bene come avevo fatto i ravioli (oddio dalla forma che ricordo deduco fossero ravioli). Eri più alta di me di un po' (come probabilmente sei nella realtà) per cui non ti vedevo in faccia ma ero sicura fossi tu. Mi è rimasto in mente però come eri vestita nella mia mente: una gonna scura un po' stile tailleur, poco sopra le ginocchia, con lo spacco laterale di una decina di centimetri, una camicia chiara (credo bianca) di quelle un po' scollate perché non hanno i bottoni fino al colletto e tacchi. Come si dice in gergo un gran pezzo di figa =)
Ste

Fuma ha detto...

La descrizione dell'uomo del tuo sogno potrebbe ricordarmi qualcuno... se non fosse che non sono un culturista e che sono affezionato alla pancetta da birra (quindi niente tartaruga) :) Per il resto credo mi ci potrei trovare in pieno, risata compresa, sperando, a questo punto, di evitare una tua eventuale vendetta nei confronti del tizio del sogno usando me come tramite per arrivare a lui :)

Lorenzo ha detto...

è una cosa salutare uccidere in sogno, ti evita di farlo davvero. forse.

mod ha detto...

pupa) dettagli!

ste) marò, ste....svegliati. fanno male certi sogni! ;-)

fuma) anche tu!!!

lorenzo) ecco. nel mio caso non è questione di saluto. quella se ne è andata da tempo. :)

love, mod

Milo ha detto...

Ciao.

Adesso ci tocca pure consolarti di non saper più uccidere bene come una volta! Adesso le tue vittime si divertono e ci ridono pure sopra!

Non c'è pezza, quello era di gran lunga più tosto di te, con buona pace delle tue mutande! GNAM!!!