27.5.10

Ride, Sally, Ride!



la avevo già messa una volta questa canzone.
insomma è una delle mie canzoni preferite, storiche e con un rituale ben preciso che rappresenta.
la metteva mia madre quando faceva un viaggio con noi figli. cantavamo la voce principale a turno con gli altri due che facevano il coro. una volta ci portò ad Alassio (prima volta in Italia, avevo 15 anni e Tom 14 - mi madre era una bellezza bionda, statuaria e irraggiungibile per chiunque. aveva 40 anni allora ed era all'apice di tutto. Insomma durante quel viaggio arriviamo al casello di Genova cantando a squarciagola la canzone di Sally che gira nella sua bella Mustang - una macchina americana bellissima con un motore che è davvero una tigre. Lo so bene io, l'ho guidata! il tizio dentro il casello ci guarda allibiti, a bocca aperta e col ticket in mano sospesa nell'aria. Poi sorride, si alza e balla dentro quel bugigattolo piccolo e buio.
siamo rimasti due settimane lì in un alberghetto vicino alla spiaggia. conobbi un giovane uomo sui 30 che era sempre solo in spiaggia, veniva lì per parlare con me e senza mai farmi una avance. aveva degli occhi neri bellissimi. il pen'ultimo giorno capì perché era sempre stato cosi "rispettoso" nei miei confronti. in spiaggia arrivò il suo compagno Leonardo (che strano ma non ricordo il nome dell'altro!). dovevano alloggiare in alberghi diversi e fare dei numeri da circo per potersi amare. l'ultima sera la abbiamo passata tutti assieme, prima a mangiare e poi a ballare in una di quelle discoteche all'aperto.

ovviamente la mamma ha chiesto di suonare Mustang Sally.
era l'estate dell'83.
voi dove eravate? cosa facevate? eravate felici?

love, mod

30 commenti:

il monticiano ha detto...

Io ero stanco e sudato al matrimonio del mio unico figlio.
Con i numeri che hai dato mi sono divertito a fare due conti anche se odio la matematica.
Sei una giovane ragazza.

ps. Ah! Dinenticavo: credevo di averlo fatto il mio meglio. Tu dici che sto cercando di farlo?
Quando sono crudeli certe donne.

lillo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=1paLEPYQGis

non so perchè (non ne ho le prove) ma ho sempre pensato che lou reed abbia scritto questo pezzo pensando alla sally della canzone che ti piace tanto...

scusa l'assenza mod, periodo pieno, e girare per blog mi costa fatica e concentrazione (che non ho), nè mi va di farlo a cazzo, sai com'è per me, o tutto o niente, anche nel dare...

tu mi capisci, vero?... :)

Dioneus ha detto...

Che carina questa storia, ma per un momento stavo apprezzando il fatto che un uomo solo in spiaggia non facesse il latin lover ma il signore:) Nell'83 non avevo ancora dieci anni; forse stavo giocando a pallone sulla spiaggia ignorando le mie amichette carine che, qualche anno dopo, avrei pregato per uscire con me:)). Bei tempi..

marco ha detto...

1983...?
Cos'ho fatto nell'estate '83?
L'anno prima un giro Germania Olanda Francia in ostelli e tenda, e quello me lo ricordo, anche perchè ad Amsterdam mi sono accorto che non c'era solo il Rijchsmuseum, anche se il red light district l'ho giusto visto come si vede un museo.
Ah, ecco perchè faccio fatica a ricordare l'83!
Mi ero lasciato convincere ad andare a Rimini in agosto, campeggio, che non ho quasi mai lasciato per una settimana, ho letto "ghaccio 9" di Vonneguth e qualcosa di fantascienza...in spiaggia proprio no!!!
Ma perchè mi ero lasciato convincere?
Boh...forse nella vita ci vogliono anche le esperienze non formative. :-)

listener ha detto...

punkeggiavo in attesa di darkeggiare

215 ha detto...

che bel post, mi piacciono troppo i vecchi ricordi degli altri..c'è sempre qualcosa in comune..e se non c'è la si trova..io nell'estate 83 ero un bambino di 3 anni nella ford fiesta con mio padre, mia madre e mio fratello..caldo e cassetta di Battiato..ah e non avevo di che lamentarmi :)

215

Lucien ha detto...

1983
Un'estate strana in cui si stava concludendo un ciclo (quello degli anni dei lunghi viaggi, dell'università, della ribellione)
Mi ritrovai ad un bivio (che col senno di poi ho saputo essere decisivo), di fronte al quale un po' di fortuna e una pilota parecchio in gamba mi hanno aiutato.

modesty ha detto...

al) i matrimoni costano un casino di fatica. e di lacrime. o prima, o durante o dopo. prima o poi si piange sempre.
e poi: bravissimo. non avevo nessun dubbio che saresti riuscito a tradurre. e, sì, stai cercando di fare il tuo meglio, senza riuscirci, s'intende. nobody is perfect (ecco, la prossima lezioncina d'inglese con la piccola e giovin' mod)
la mia crudeltà è più dolce del bacio appassionato di qualunque altra donna.
:)

lil) non sei assente. mai.

Dio_neus) sei un ragazzino. riesco a vederti. in spiaggia che corri con la sabbia addosso, perché ti butti senza risparmiarti. pur di fare gol. :)

marco) ....magari son proprio quelle che poi ci formano davvero...

listener) ma sei sicuro che non abbiamo "pogato" da qualche parte uno contro l'altro?! ...londra magari?!

215) ma quanto mi piace la foto del tuo profilo! ;-)

luc) "una pilota parecchio in gamba" luc, che cazzo, dettagli!!!!

che bello. i vostri commenti mi piacciono più del mio post!

love to all and thank you so far.

mod

Lilith ha detto...

Nell'83 avevo 8 anni.
Erano tempi in cui correvo scalza e avevo sempre le ginocchia sbucciate...pagherei per essere spensierata come allora! :)
Bel post e grazie per avermi fatta immergere nei miei ricordi. Non lo faccio quasi mai :)

Marco (Cannibal Kid) ha detto...

splendida song!
nel 1983 avevo 1 anno quindi non ho proprio idea di cosa stessi facendo. probabilmente ero su un passeggino che me la ronfavo beatamente.
aaah bei tempi, quelli!

Giovanni Pili ha detto...

Sei tu quella nella foto della testata Mod? Se la risposta è "si", complimentoni a mamma e papà. :D

P.s
raramente commento, ma seguo comunque quando posso, mi piace fare zapping tra i blog.

Baol ha detto...

Avevo sette anni...sì, credo fossi felice come lo sono adesso, come lo sono sempre stato: a tratti, come sospeso, come incontentabile. Hai presente quando ti chiedono "sei felice?" e tu rispondi "Sì, ma...", ecco, io sto sempre in "sì, ma...". Incontentabile? Forse, oppure pessimista perché credo non lo si possa mai esserlo definitivamente...ma poi, sarebbe davvero così bella la felicità se ci fosse sempre?

(Ho letto tutto tutto quello che avevo in sospeso qui, sEppialo! ;) )

Fuma ha detto...

Non devo fare l'idiota sul blog della mod!

Mi sembra una soluzione comoda per entrambi :)
Il mio commento non voleva essere affato volgare, ma solo goliardico e se invece è sembrato volgare me ne duolgo e porgo le mie scuse.

fabio r. ha detto...

a parte il fatto che la canzone per me è indissolubilmente legata ai Commitments, ai viaggi in Irlanda ed alle passeggiate a Dublino (e questo già basterebbe) nell'estate del 1983 andai per la prima (o seconda? boh..) volta dai cugini a Francoforte, poi tornai per andare al mare, e sicuramente mi presi l'ennesima votta non corrisposto per l'ennesima pupa da spiaggia.... sigh! :-(

modesty ha detto...

to lilith) mi piacerebbe prendermi un caffè con te primo o poi.

G.P.) :)))

to baol) ...e perchè non lo scrivi quel racconto? (ho visto che hai perso tanto tempo qui oggi. invece di lavorare! tsé! parlerò con il tuo capo. ma non subito) :)

to fuma) quanto mi piace l'uomo coraggioso e coerente! sei un rugbysta tutto d'un pezzo e io lo sapevo che ti saresti fatto avanti senza tentennare. good man! good play!

to fabio) nur wer in der Jugend der Liebe kampflos unterlag, kann sie im Alter virtuos zum klingen bringen. von herzen, mod

ma quanto mi piacciono i commenti!!!

grazie anche a voi!

Desire ha detto...

Girovagando mi son trovata qui... che bel post.. caldo, accogliente, invitante, una finestra aperta ai passanti :).. Io nell'83 avevo appena compito 7 anni.. ero una bimbetta vivacissima ed ero insiema a mamma e papà al mare in Calabria.. terra bellissima !!!
Un saluto Desire

Fuma ha detto...

Sai Mod, c'è gente che per orgoglio non si muove e manda tutto a fanculo. Io il mio orgoglio ce l'ho, ma non lo uso per le cavolate per roba di ben altro spessore. E con questo non voglio sminuire la tua figura egocentrica, semplicemente:
a) de facto io non conosco te e tu non conosci me, quindi quello che per me può sembrare goliardia per te può essere volgarità gratuita. E viceversa. Ovviamente non è una colpa, ma chi mi conosce bene sa che non avrei scritto quello che ho scritto con il proposito di essere volgare
b) sul web, purtroppo, non si possono replicare in maniera chiara, se non con le emoticons che comunque non rendono giustizia, i toni di un discorso, quindi quello che per me è scritto in maniera scherzosa tu potresti leggerlo in maniera offensiva.
Di tutto il discorso quello che realmente mi dispiace e di essere stato frainteso e di averti frainteso: personalmente pensavo che saresti stata al gioco ^^

modesty ha detto...

desire) la calabria è la mia seconda casa. ci passo delle estati lunghissimi e caldissimi. ho il mare ad un tiro di schioppo e mangio quel preparano le zie vecchie vecchie che ancora si alzano alle 5 di mattina per cucinare col fresco.
grazie della visita!

love mod

e ora il caro fuma) quando ho visto la segnalazione che avevi commentato di nuovo ho chiuso un attimo gli occhi e ho pensato "per favore, fa che non sia una altra stronzata!"
il fatto unico che conta e che hai detto anche tu è che, appunto, NON ci si conosce. quindi, nel dubbio, IO piùttosto NON scrivo una roba, soprattutto se contiene parole come cazzo, figa e sfondare. non lo faccio per il semplice motivo che quelle parole sono destinate a offendere di per se, se la persona a cui scrivi non ti conosce molto bene. è una questione di stile. ora. tu hai fatto una roba che tanti altri uomini non avrebbero fatto: fare outing per aver fatto una cosa idiota. e io ho apprezzato. subito dopo hai però fatto una cosa che TUTTI gli altri uomini fanno esattamente come te: ti sei giustificato. e gli argomenti sono che 1) io non ti conosco ma se ti conoscessi non mi sarei incazzata, perchè quelli che ti conoscono sanno che sei un bravo ragazzo e 2) che "pensavi che sarei stata al gioco". cioè in pratica mi dici che sono IO che evidentemente non ho senso del humour e che tu in fin dei conti non hai sbagliato nulla.

che facciamo, bello, la chiudiamo lì o ti devi fare un altro round per forza? :)

Anonimo ha detto...

12 anni
prima limonata al mare a jesolo con una rossa irlandese.
Imbranato.


Prosit
Gugge

Baol ha detto...

Il mio capo e mio padre ed è da dicembre, da quando sono tornato che si scorda di pagarmi...ci provasse a dire qualcosa...

modesty ha detto...

gu)le rosse irlandesi per la prima limonata sono eccezionali - tutte brave ragazze cattoliche!
che tu fossi imbranato a 12 anni mi pare più un pregio che un difetto.
eri parecchio precoce, eh?! :)

baol) abbbbbbasso il lavoro minorile!
:)

love, mod

Anonimo ha detto...

precoce assolutamente no
la prima tro......ta a 18,5 anni.
ciao
gu

Baol ha detto...

minorile in che senso? :/

modesty ha detto...

gu) bah...insomma....limonare a 12 anni....spè che chiedo Tom......ok....lui dice che il primo tentativo di limonata fu all'asilo quando mise le manine sotto la gonna e sul culo della maestra....quindi: ti gha rasòn...non sei precoce. :))))

baol) pensavo fosse una tua riminiscienza in tema col post. ora sono io che non capisco...:)))

unwise ha detto...

nell'83 compivo 18 anni. ma direi che è stato un periodo abbastanza anonimo...la musica non era ancora arrivata.

modesty ha detto...

to unwise) toh, chi si vede! :)
love, mod

unwise ha detto...

ho sentito la canzone e ho buttato uno sguardo...e complimenti per il layout

Baol ha detto...

lol, dico solo questo :D

Milo ha detto...

Arrivo così tardi! Io ero innamorato all'epoca, avevo 24 anni e mi accontentavo di fare un decimo delle cose che faccio ora (e dire che adesso non faccio quasi un cazzo...) Mi accontentavo perché l'amore era potente.
Anche ora è molto potente, ma riesco a fare pure le cose che mi piacciono, perché sono condivise. Vivo più intensamente.
Quello che però rimpiango di quegli anni è la serenità (perduta ormai) che era dovuta alla consapevolezza di non aver fatto mai del male alle persone amate. Ora è molto diverso. Non saprei quale periodo è in realtà migliore. Invece la differenza più palpabile e meno "consistente" è che, piano piano, io stia diventando sempre più trasparente agli occhi delle ragazze. E' un po' frustrante mais c'est la vie, se la va bien! (Della serie:"Monsieur! le bambèn"... Abatantuono in Marrakech Express se non ricordo male)
Kisses ;)

modesty ha detto...

unwise) alle volte le sorprese capitano. se poi sono reciproche ancora meglio, no?! :)

baol) mi fai venire l'esaurimento cosi. SPIEGA, no?!

milo) c'avrei scommesso su tutto quello che hai scritto!!! un abbraccio!

love, mod