27.1.11

Mi ricordo!

Hannah Arendt scrisse sulla "banalità del male". Edith Stein divenne una suora cattolica e morì perché di "razza ebrea", ma ancora di più perché si oppose alla "filosofia fascista". e poi pensate che una delle opere più importanti che fu mai scritta da un tedesco sul sistema dei campi di concentramente "Der SS-Staat" di Eugen Kogon (lui fu prigioniero politico) è conosciuto a pochi. Non è materiale di cui fare un film. e Kogon non fu un personaggio da intervista. La sua opera è una meticolosa recostruzione sulla organizzazione, la logistica e le dinamiche del potere che facevano funzionare Lager cone Auschwitz-Birkenau, Buchenwald, Dachau e tanti altri.
http://de.wikipedia.org/wiki/Eugen_Kogon - purtroppo non c'è granché in italiano, anche se il libro fu tradotto. ne sono certa. solo che oggi è introvabile in Italia.

In Germania, da ragazza ho studiato quel periodo storico a partire dalla quinta elementare e ho continuato anche dopo aver terminato gli studi ad interessarmene. Ho visitato Auschwitz. Ho passeggiato per lunghe ore ascoltando i silenzi di quel luogo. Nelle vicinanze dei forni c'è una specie di giardino - è solo un campo verde e qualche albero, ma a me è sempre sembrato un giardino. non so perché. un giardino in cui non si sentono gli uccellini cantare. mai.
non ho mai capito. non sono mai riuscita ad andare oltre lo sgomento - un senso di soffocamento.
da giovane vidi il film sull'orchestra femminile di auschwitz. mi colpì profondamente.



non bisogna solo ricordare le cose belle. anche quelle brutte meritano il nostro ricordo. non "perché non succeda mai più" - è una stronzata colossale, perché queste cose sono continuate a succedere in tutto il mondo fino ad oggi - ma perché tutte le persone morte hanno il diritto di occupare un pezzo della nostra coscenza.

Love, mod

13 commenti:

Vittoria A. ha detto...

Quello che hai detto e' verissimo. Purtroppo le cose brutte continuano ad accadere ma le persone morte devono avere un posto dentro di noi.
A big big hug my dera, I'll try and call you very very soon :)

Baol ha detto...

Voi che vivete sicuri
nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
che lavora nel fango
che non conosce pace
che lotta per mezzo pane
che muore per un si o per un no.
Considerate se questa è una donna,
senza capelli e senza nome
senza più forza di ricordare
vuoti gli occhi e freddo il grembo
come una rana d'inverno.
Meditate che questo è stato:
vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
stando in casa andando per via,
coricandovi, alzandovi.
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
la malattia vi impedisca,
i vostri nati torcano il viso da voi.


Primo Levi - Se questo è un uomo

Zio Scriba ha detto...

Grande anche il mio sgomento per quel giardino dove non si sentono mai gli uccellini cantare. Non avremo mai abbastanza lacrime per la cattiveria dell'uomo, che è poi, a guardar bene, un mostro latente dentro ognuno di noi.
Oggi ho depositato qua e là una mia forse inesatta e pedestre traduzione di una canzone dei Police, e prima di andarmene a dormire voglio farlo anche da te:
"Per ogni respiro che avete stroncato, io vi ho visti!" (Inutile aggiungere che per me quell'io che vede non è l'occhio di un dio giudice che guarda dall'alto, ma l'occhio mio, l'occhio dell'anima di tutta l'umanità.)

Ipazia ha detto...

Grande Mod, limpida, diretta e vera.

Maraptica ha detto...

Sarà pure una cazzata colossale, io penso più che altro che sia un'utopia (in quanto noi razza umana) ma si dovrebbe imparare qualcosa dal passato. Ok non accadrà ma dobbiamo sapere che sarebbe giusto così.

Ev@ ha detto...

L'esoterismo nazista è sopravvissuto. Vive nelle private stanze del potere. E' alimentato dai nostri "lascaimo perdere". I deboli si fanno affascinare dalle sue ombre. Ovunque vi sono deboli e vi sono elites: è un errore considerare il nazismo un problema solo tedesco.

il monticiano ha detto...

Ho provato come un pugno nello stomaco sia per il tuo post che per il video.
Nei pressi di casa mia qui a Roma c'è una libreria che vende testi introvabili, soprfattutto vecchi.
Quando prima possibile andrò a chiedere se ha il libro di Eugen Hogon "Der SS-Staat".

VioletPussy ha detto...

Quando ho studiato bene la seconda guerra mondiale rimasi sotto shock penso...Non me ne capacitavo...Menti così malate non pensavo esistessero,cosa vuoi,a 12 anni pensi che il mondo sia tutto rosa e fiori. Ma tutt'ora mi vengono i brividi se vedo film (come quello che hai postato) o leggo libri al riguardo...Davvero,per non dimenticare..
Brava Mod...Ti lovvo sempre più!

unwise ha detto...

non ricordiamoci di questo per piangere i morti, per dissociarci comodamente da qualcosa che non ci sembra assolutamente nostro...ricordiamocene ogni volta che pensiamo di possedere la verità. quando abbiamo il coltello dalla parte del manico, è allora che possiamo dimostrarci diversi da questo...

mod ha detto...

vic) let's really talk soon!

baol) grazie.

nick) sì. depositare pensieri qua e la alle volte è l'unica cosa da fare.

ipazia) "limpida, diretta e vera" probabilmente sì. ma sempre ignorante nel capire.

Maraptica) ovviamente il "sapere" e il "conoscere" impedisce in gran parte che queste cose accadono. ma "in gran parte" purtroppo non basta quando ad una piccola quantità di persone (nemmeno particolarmente intelligenti e acculturati) riesce a sottomettere gli altri - quelli che appunto "sanno".

ev@) no, non è solo tedesco il problema. diciamo che io ho bisogno di porre dei limiti al mio maldestro ragionare. senza voler sembrare cinica: riesco ad occuparmi di un olocausto per volta. non sono mai stata una facilitata nel vedere "il quadro completo". da sempre mi perdo nei dettagli.
ovviamente hai ragione con quel che scrivi.

al) se lo dovessi trovare uno, magari ne trovi anche due. mi piacerebbe averlo in italiano e leggere la traduzione.

vi) guarda la ultima scena del film. Fania (Vanessa Redgrave) alla preghiera di un cronista sgomento americano di dire un suo pensiero al mondo sul fatto di essere sopravvissuta resta a lungo in silenzio - poi canta con voce quasi sussurrata la marseilleise.

un) avere il coltello dalla parte del manico fa andare in delirio la maggioranza delle persone. sono in pochi a saper gestire il potere.

love to all of you!

mod

listener-mgneros ha detto...

- Se potesse tornare indietro al tempo del nazismo e di Hitler cosa farebbe?

-Ammazzerei quel figlio di puttana!

The Dark Zone David Cronenberg

unwise ha detto...

eh Mod...impossibile pensare che qualcuno riesca ad essere un gestore equilibrato di potere, quando quasi nessuno riesce a gestire equilibratamente nemmeno il proprio giudizio personale...

mod ha detto...

list) cronenberg è cosi sbrigativo. certe cose vanno prolungate per dare occasione al soggetto di capire.

wise) sì. impossibile.

love, mod