4.12.11

brother tom!

Tom se n'è andato.
Non c'è più.
Causa di morte: l'ingestibilità di sé e della vita.
è mancato un venerdì - mentre mod era piena di amore e desiderio per Doc.
non mi sono accorta di niente - no" non è vero! sapevo che sarebbe successo prima o poi!
volevo chiudere il blog.
chiudere con tutto in realtà.
ma Doc ha detto "asoetta un po', lascia tutto lì..."
Gli do sempre retta. non sappiamo perchè ne io ne lui. ma è cosi.
E allora lascio tutto lì. la mia vita, il blog, voi.

Non scrivete commenti stupidi. le condoglianze non funzionano. tolgono solo da un momentaneo imbarazzo chi li scrive. ma il vuoto resta. e poi. voi non lo conoscevate nemmeno. e se siete onesti non ve ne frega un cazzo.

scrivete una roba di voi piuttosto. qualcosa di banale. di dolce. ditemi che siete felici. mandate una poesia una canzone.

vi prego solo di una cosa. non scrivete di tom.

love, mod

18 commenti:

Lorenzo ha detto...

A pensarci bene
Non sono poi molte le cose che hanno senso nella vita
Indossare confortevole biancheria intima
Parlare il meno possibile
Acquistare di tanto in tanto beni di consumo a caso per far girare l’economia
Usare un po’ di fantasia se càpita di fare sesso
Bere liquori o assumere droghe leggere che ti stordiscano consapevolmente
Cercare di non uccidere nessuno
Dividere la roba estiva da quella invernale
Non giocare in borsa
Chiudere bene il rubinetto del gas se si è disposti a svegliarsi ancora
Lasciare aperto il rubinetto del gas se non si è disposti
Deframmentare periodicamente il computer
Non lasciarsi convincere da nessuno
Espellere anidride carbonica
Dare saltuariamente segni d’intelligenza
Pensare male
Digerire bene
Per il resto
Non è che ci sia tutto questo grande senso nella vita
Voglio dire
È solo vita
Mica un film di Stanley Kubrik

Baol ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=jg3-RNNxayA

tucca a ou fantin à prima coutelà
mangè mangè nu sèi chi ve mangià

il monticiano ha detto...

Non sono capace a mettere versi romaneschi tra i tuoi commenti, quindi se ti va leggi la mail.

Lucien ha detto...

youtube.com/watch?v=94ZpoBI7qYM

Nicky Boy ha detto...

"..."

Roberto RobyDick Rotunno ha detto...

La vita un soffio
quella egoista è uno spreco
quella comune un fermento
quella diversa un'occasione.

Un occhio malato di banale
vede solo i contorni,
non coglie le sfide.

Chi supera il limite
vive straniero nella folla,
al di sopra della norma.

Quando volti lo sguardo
neghi la forza della natura,
la bellezza di una rosa blu.

Se ti sforzi di ammirare
rifiuti la definizione,
rifiuti la costrizione.

Una mente più alta
ha come pietra di paragone
la varietà della vita.

La bellezza è la sola fede!
Su un'ara, al Dio Uomo,
si deve sgozzare la stupidità.

La normalità è inutile
non ha ingegno, solo noia
come una retta tra nascita e morte.

L'evoluzione prosegue grazie a chi
destinato dalla natura o dal fato
compie sfide superumane.

Sono angeli emersi dalla Terra
muse di gioia e speranza
sentinelle dell'umanità.

Percorrono strade tortuose
possono insegnarci come fare
a scantonare dal ridicolo.

Difendere queste persone
uomini e donne di Frontiera
costruttori di amore e tolleranza
è vivere per il futuro.

listener-mgneros ha detto...

- Che cazzo vuoi?
- Ho solo un bacio!

Ste ha detto...

L'amore uccide e salva. E' maledettamente invadente ed egocentrico. Ed irrazionale. Mod I'm still in love and it's fucking absurd.
Ho deciso di regalarmi per il compleanno il secondo tatuaggio. E' un simbolo maori, il koru. Ka mate he tete, ka tupu he tete. Mentre una fronda muore, un´altra fronda cresce.

Beso grande

Ste

Gio ha detto...

Anche le piccole cose, Mod.

Le discussioni a proposito delle colleghe stronze e del capo un po' idiota, i progetti di viaggi a Venezia e scorpacciate di Sons of Anarchy.

Una tesi che aspetta di essere ritirata, e' ancora nel mio vecchio ufficio dove mandero' qualcuno a prenderla a gennaio, e che e' per 'Mod', la ragazza cattiva.

Perfino la noia, o una telefonata da interrompere cinque minuti perche' sei occupata.

E poi la tua voce, e quella gamma infinita di emozioni che conosce, e che rimangono, come tatuate, di piu', come segni tracciati nel granito piu' duro e insensibile, e che tu invece, con naturalezza, modelli al semplice passaggio, come fosse creta morbida.

Ho parlato della mia felicita' Mod, e del mio cuore.

Tu ne fai parte come nessuno.

Vittoria A. ha detto...

Mod, qui petunia continua a petuniare e io sto per sbroccare. Qui ci vuole una ragazza cattiva, una che sa come mettere a posto i conti e far filare i pinguini tipo petunia. Qui c'e' bisogno di te. Io canzoni a memoria non ne so neanche una, a parte quelle del coro quando andavo alla scuola elementare in cui il maestro mi chiedeva di muovere solo la bocca e di non cantare (per carita'), e le poesie non me le ricordo perche' ho meno testa di un pesce rosso nella boccia e perche' perdo subito la pazienza, pero'le nostre storie che ci raccontiamo, quelle le so tutte a memoria e non me ne perdo neppure un soffio e spesso le ripenso perche' quelle sono il sale, la forza e la linfa della vita. E' quello che sei tu.
Love, love, love,
vic

marco ha detto...

Sono diventati pazzi a scuola, ora scuola primaria e non più elementare. A mio nipote, che fa la quinta hanno dato questo problema per compito: ci sono 5 persone e tre posti, quante terne differenti di persone possono occupare quei tre posti?
Azz...una cosa simile l'ho vista per la prima volta in quinta liceo.
Sono 10 le terne, te lo dico subito, ma a un bambino mica poi dargli una formula - di cui capirà ben poco, se non nulla - e sperare di cavartela così...allora ho passato una parte del pomeriggio di domenica con cinque carte da gioco...ho cominciato con 2 poi con 3 e sono arrivato a 5, per fargli vedere tutte le combinazioni possibili,,,ma mi confondevo anch'io con le carte e allora sono passato alle lettere A B C D E a comporre una tabella. Forse qualcosa sono riuscito a spiegargliela...ma è troppo presto dare a dei bambini di 10 anni un problema simile secondo me. E' vero che alla fine si tratta di imparare a contare, ma per me è meglio consolidare altre basi aritmetiche prima prima.

Questo pomeriggio è tornato presto da scuola e ci siamo messi a parlare d'altro, di biciclette, non mi ricordo come siamo arrivati a parlare di questo. Lui va poco in bici, ha paura di cadere, ma non lo ammette e dà sempre la colpa alla bicicletta, o che è troppo alta o che troppo scomoda e preferisce un'altra o che...insomma, non gli va mai bene nessuna bici. E lì non gli ho fatto sconti, non ho ceduto di un millimetro e gli ho detto che la colpa non è della bici ma del ciclista, che finchè non si metterà ad andarci avrà sempre qualcosa che non va di cui lamentarsi...ma che non ci crede nessuno ai suoi lamenti...andiamo tutti in bici da tanto tempo in casa, caro il mio nipote, e sappiamo, perchè l'abbiamo provato prima di te, che se in bici non ci vai non diventerai mai abile e che le sue scuse non incantano nessuno...non gli ho fatto sconti...la vita di sconti non ne fa, e se impara a scantonare pagherà tutto poi, con gli interessi.

Cari saluti Mod
marco

Milo ha detto...

Unica posibile andatura

E se lasciassi
filare nella scia
tutto quanto il passato?

Affonderebbe piano,
tornando a riposare
nel grembo di sua madre.

Potrei salire a riva (in testa d'albero),
cercando di scoprire
Chi si nasconde dietro l'orizzonte...

Ciò che non voglio
non scorgerei però,
perché ho paura. E allora...

...io lascerò che il fiocco
prenda a collo,
e porterò la barra
scontrata sottovento.

Scarroccerò piano nella remora creata,
e i frangenti non faranno così male.

Stare alla cappa: e poi si vedrà!

Al momento,
per me,
unica
possibile
andatura.

Un bacio.

Anonimo ha detto...

Disobbedisco.
Perchè Tom non lo ho mai incontrato.
Ma lui mi ha chiamato "brother" fin dal primo sms.
E spesso mi chiamava anche "idiot" o "middle-age-man-in crisis" o roba così.
E mi svelava in anticipo i giochi pianificati per Mod, raccomandandomi il segreto ma sperando che io lo rivelassi, per vederla furiosa.
Sapevo dov'era e lui sapeva dove sarei stato, se ce ne fosse stato bisogno.
Insomma, disobbedisco perchè lui non mi voleva obbediente.
Tanto prima o poi ci incontreremo e ci prenderemo finalmente a sberle.
Doc

mod ha detto...

to all) non ho dormito. non ho mangiato. ma ho pianto finalmente. la testa pesa ma mai tanto quanto il cuore che ormai è diventato davvero di ferro o roba del genere.

cerco di fare finta di niente. fingo che Tom sia in giro per il mondo a girare un docu sugli animali in via di estinzione...animali come noi.

non so cosa provo ma chiudo come sempre con

love to all, mod

p.s.; Doc, niente sberle ma solo amore...vabè magari con qualche sberla,,,

mod ha detto...

alcuni dei vostri commenti sono veramente stati medicina: ho dimenticato per un istante la mia vita.

grazie.

Colei che... ha detto...

E' grigio il cielo oggi, qui a Praga. E' dicembre, ma da quelle nuvole scendono gocce d'acqua, pesanti, calde... non quei bei fiocchi di neve che ci si aspetterebbe in questa stagione. Uscivo dall'ufficio. E su un cartellone c'era la pubblicita' del teatro nazionale: regalate un abbonamento. E vi era fotografato un uomo, in primo piano, che sorrideva e piangeva nello stesso momento. E io guardavo quell'uomo, e mi sentivo come lui. E la pioggia scendeva, mi batteva sulle guance mentre camminavo. E quell'uomo ero io.

(P.S. - Grazie, Gio).

Anonimo ha detto...

sono ore che penso a cosa regalarti...

l'ho scritto e cancellato mille volte...
ma poi ho pensato che cancellarlo era un pò come vergognarmi di me...quindi...ora lo scrivo e non lo cancello più...

molti anni fa ho incontrato il mio Barbablu...
mi ha sodomizzata per non lasciare tracce sul corpo di una bimba che sembrava troppo donna...
due giorni fa ho avuto il mio primo rapporto anale felice...
senza amore, senza coperture...
sesso felice...!!!
e mi sento leggera...
sento di averlo sotterrato col mio piacere...perchè per anni mi aveva sottratto una parte di me...

condivido con te perchè sento che potrai capire il dono che ti faccio...

un abbraccio ...

Ste ha detto...

Mod voglio regalarti il sorriso che ho stanotte, nel sentirmi bene di nuovo in un posto non mio ma che lo diventerà. Lo voglio dare a te e solo a te.

beso grande

Ste