23.3.10

TORTURE-PORN, GOOD BYE!

una persona mi manda il link di un film.
sa che ho un rapporto di odio-amore con il genere horror-torture-porn.
e quindi mi propone con regulare e instancabile entusiasmo
film disgustosamente eccitanti e disturbanti da ogni dove.



è però un po' che il disgusto prevale sulla eccitazione.
probabilmente, invecchiando, sto capendo che quelle storie
per me hanno sempre rappresentato la messa in scena dei miei peggiori incubi.
e che guardare quel genere di film per me è sempre stato la conferma
che là fuori ci sono altri deviati-malati-perversi-stronzi come me.
l'idea che non sono solo io ad avere una immaginazione talmente disubbidiente e sadica
che mi propone non solo quando dormo delle immagini di scene di sangue
che non ho mai osato confessare neanche allo strizza più scafato, mi ha sempre concesso un breve sollievo di non essere più angosciata da certi ricordi reali d'infanzia. (eh sì, la mod non ha un passato tanto allegro e idilliaco - eh sì, ha anche dei metodi discutibile per combattere i propri demoni - eh no, non è materia di discussione!).

ma, sapete cosa c'è di nuovo?!
con quei film è come con la politica:
m'hanno rotto. è successo l'overkill credo. una specie di sovraesposizione dell'anima (e dello stomaco).
la loro efficacia (specie questo di cui vi sto parlando - ...e seeeeeeeh, ve lo linko, porci perversi che non siete altro! eccolo: http://www.redbandclips.com/red-band/360c/a_serbian_film_red_band_trailer/) è indiscutibile. ho guardato hostel uno e due, ho guardato frontier(s), ho guardato (e amato, se cosi si può dire) martyrs, a mio avviso poetico e visionario.
e ora smetto semplicemente, come si smette di fumare. non ho bisogno di vedere "a serbian movie". so già cosa proverei. la violenza sulle donne e i bambini sveglia la vendicatrice in me. guardo un film cosi e sogno di me che parto per la serbia per trovare lo stronzo che ha inventato il film e fargli un lavoretto. a lui, a quelli che hanno dato i soldi, persino all'assistente del regista. solo non al primo attore. mi sembra già punito abbastanza a dover convivere con il fatto di essersi dato ad una roba del genere. da sempre quel genere di film attiva la mia creatività di inventare giochi, situazioni, storie.
e anche se ancora mi eccito facilmente con dei dettagli della vita insignificanti a prima vista, persone che incontro per caso, scene di ordinaria vita che osservo, è sempre più difficile che mi ecciti una roba studiata a posta per fare proprio ciò. è sempre più difficile "disturbarmi" (nel senso di farmi provare nausea e sconvolgimento) con robe che sono studiate a posta per questo. è sopraggiunta una noia infastidita.

sono guarita forse di qualcosa? non proprio.
piùttosto sono stanca tanto. usurata. depressa no. mai stata. catturata dentro una specie di inerzia impotente piùttosto. una specie di freddezza.

ho voglia di julie andrews che canta "le jazz hot" in victor-victoria.
oppure di un vecchio western, anche sanguinoso, ma con un eroe vero, cioè quelli stanchi e disillusi che magari alla fine ci lasciano anche la pelle, why not.
oppure una commedia, come "the hangover" - per ridere fino alle lacrime.
oppure un  tarantino - che è talmente esagerato e patinato che è come leggere un fumettone.

non sono una che se ne intende veramente di film o di musica o di libri. quindi non prendete questo post come una recensione. ce ne sono altri  (prego cliccare sulla parola "altri" che sono troppo tonta per cambiare colore alla parola, cazzo) che sono veramente bravi.
è, come sempre, un "affair personale".
io sono una che consuma poco per volta. il mio metabolismo intellettuale è quello di un pitone: lentissimo.
ma sono una che se ne intende di se stessa. so cosa è buono e cosa non lo è - per me.

per chi volessi leggere delle recensioni relative al film serbo, eccone due, purtroppo solo in inglese.




passo e chiudo, mod

14 commenti:

Gio ha detto...

'Madonna che schifo' è il primo commento - e NON voglio andare oltre la vaga idea che ho di questa roba avendo letto, a fatica, il tuo post.

Segue a ruota: 'Ok, se uno si avvicina a questa roba per motivi diversi da quelli di cui Mod lascia qualche indizio terrificante, è un disastro umano cui voglio stare a debita distanza'.

A presto.

Gio

Baol ha detto...

Sorry, non è il mio genere ma capisco molto bene il concetto di overkill, il sovraccarico che prima o poi arriva.

modesty ha detto...

gio) secondo me non va mai giudicato la preferenza delle persone in queste cose. perché quel che ne segue a giro stretto è la censura. e non va bene mai la censura. io ho parlato a livello strettamente personale e non credo assolutamente che persone che guardano questo tipo di film per motivazioni o pulsioni diverse dalle mia siano un pericolo a priori.

baol) guarda che il sovraccarico arriva anche per cose prive di una violenza cosi plateale.

ripeto: ho parlato di sensazioni assolutamente soggettive e personali - roba da autoanalisi per intenderci.

Baol ha detto...

sì sì, infatti intendevo che il sovraccarico arriva per qualsiasi cosa, lo so bene...

Gio ha detto...

Mod, io non so di cosa si stia parlando qui nel dettaglio.
Ma se c'è 'violenza' ho sempre il timore si parli di qualcosa di simile agli 'snuff video' in cui non c'è finzione, ma atrocità vera.

A presto!

modesty ha detto...

no gio, si tratta semplicemente di film del genere Horror con chiari riferimenti al sesso violento e alla tortura. sono prodotti fiction. credo che i veri snuff movie non finiscono pubblicizzati in giro per la rete e quando viene scoperto uno le conseguenze penali sono pesanti, grazie a Dio.

Colei che... ha detto...

Io sono una di quelle che si spaventa guardando film horror, con la differenza rispetto ad altri che non mi piace particolarmente essere spaventata (che ci siano anche qui retaggi del passato e roba da psicanalisi non lo metto certo in dubbio)... Ma guardero' trailer, perche' sono anche molto curiosa. :P Per il resto, ad ognuno il suo, mi fa piu' impressione una persona che si vede la 5500sima puntata di beautiful... mi fa impressione, ma anche li' non giudicherei... ;) Un bacio, Mod!

Vittoria A. ha detto...

Hey Mod non ho visto il film, mi fido della tua parola.
You are right, I love Victor Victoria too! ;-) I really love it!
We change and sometimes we are cought by surprise by the fact that we change, somehow, without realising...it's a slow and subtile process and then we find ourselves different.
You are always great and unique, Mod!
Vi (otherwise it sounds too much like Vicks!) ;-)

lil ha detto...

ho visto il sito da cui prendi le foto che infili nel titolo... fighissimo :)

spero davvero non si lamenti nessuno, io no di certo ;)

modesty ha detto...

colei)...non credi che sia una delle cose più difficili....il non-giudicare?

Vi)hai ragione....alle volte è giusto....oh what the hell, I better call you right now...

lil) mi piace il tuo pragmatismo erotico. dico davvero! :) basciott!

listener ha detto...

posso linkarti?

modesty ha detto...

listener) ...in che senso? :) se intendi il tuo blog roll fa pure. tu sei nel mio da un pezzo.
se con linkare intendi una qualche pratica unhealthy and insane....well, no, non puoi. ma solo perché ho appena fatto quella che è stufa di ste robe...;-) love, mod

Clever Bastard ha detto...

In effetti the Hostel era abbastanza inquietante. ma non mi ha distrurbato molto...lo stavo guardando su DVD all'ora di cena...
trovo molto più "disturbanti" i TG...

listener ha detto...

intendo aggiungere, non sottrarre ai tuo buoni propositi...
- done -