16.12.09

l'amore che vince sull'odio - istruzioni sul come fare

non dormo.
sono agitata.
ho le labbra secche.
si entra nella fase di "mantenimento dei resultati di cura" ora.
per me da sempre è il periodo più difficile, perchè è quello in cui
si è più vulnerabili - facilmente il corpo viene preso di mira da batteri, virus e quant'altro.
quindi ti mettono in una specie di gabbia di vetro - tu vedi loro e loro vedono te, ma ogni contatto diretto è interrotto o diciamo limitato al massimo.
fra qualche ora trasloccherò in tale gabbia dove tutto sarà sterile e persino il portatile sarà impacchettato in una specie di tessuto antigermi..
sarò al riparo da tutto.
bella sensazione - specie in questo periodo.

come ho già scritto qualche giorno fa
io seguo la politica di un paese quando in quel paese non sto.
è il privilegio di chi non è a casa da nessuna parte.

dalla domenica scorsa ad oggi le cose in italia stanno precipitando in una specie di baratro
da cui non si esce con i proclami o l'invocazione alla calma collettiva.
credo che sia ormai troppo tardi per qualunque tipo di appello.
in italia ho vissuto la mia vita da adulta.
mi ci sono sposata.
lì è nato mio figlio.
ci ho lavorato, combattuto, litigato, fatto amicizia, trovato persone cattivissime ma anche bravissime.
amici e famiglia da un pezzo mi dicono "vattene finchè sei in tempo" oppure "che cazzo fai ancora qua, tu che hai le alternative?"
per la verità non lo so nemmeno io.
nel mio caso non ho nessun vantaggio a restare.

ma ho questo pregio di carattere un po' deficiente e autolesionista che si chiama "non abbandonare la nave che affonda".
non mi va di andare via ora.
ho goduto degli anni grassi (in tutti i sensi: benestare economico, felicità, arte, bellezza, famiglia felice ecc.)
e mi sembrerebbe brutto mollare ora - come un marito che divorzia da una moglie diventata vecchia, brutta, petulante e scomoda - o viceversa naturalmente.
quindi resto. se resto però ho anche il diritto di dire la mia.

eccola qua:

il primo ministro colpito da una persona con problemi mentali.
la sua faccia sanguinante mostrato in tutto il mondo.
le autorità che invitano alla massima calma.
il giorno dopo in parlamento: mi sembra di essere nella francia poco prima che scoppia la revoluzione che taglia letteralmente la testa a un sacco di gente.
il primo ministro che fa dire "l'amore vince sull'odio" (personalmente ho un conato di vomito come sempre quando incontro l'ipocrisia (vera o sentita non fa molta differenza in questo caso).
la proposta di oscurare parte della rete.
...e la katia che mi chiama per chiedermi "come stai? vorrei essere lì con te. qua ormai mi fa proprio paura." (e ancora: non ha alcuna importanza che lei sia leghista convinta perchè lo è tutta la sua famiglia)

le istruzioni sul come fare per far vincere l'amore sull'odio?
non ce ne sono. almeno non per tutto un paese.
l'unica cosa che si può fare è di compiere degli atti d'amore individuali.
senza pensarci tanto.
si fa e basta.
escludendo totalmente la politica.

io sopporto ormai da giorni una bambina che sta qui con me. si chiama Ally e ha 4 anni.
soffre della stessa cosa mia ed è una vera pigna nel culo per genitori fratelli e sorelle, dottori ed infermiere.
ora è concentrata totalmente su di me. rompe i coglioni solo a me.
sublime!
io che non sopporto bambini piccoli e animali vari, cazzo.
me la trovo appiccicata giorno e notte.
dorme con la testa tra le mie tette.
e vuole vedere per la x-esima volta era glaciale 3.
la scena del bradipo cretino che vuole mungere un toro la diverte maggiormente.
(mi ha spiegato come funziona la procreazione - non ho più domande di alcun genere a proposito!)
che palle! ma è il mio atto d'amore individuale. cosi piccolo è che nessuno fra qualche tempo se ne ricorderà più.
eppure mi immagino tante piccole situazioni cosi e il mondo che tira una specie di sospiro di sollievo. per un attimo soltanto.

eh? che dici?
....sì....sto prendendo medicine contro il dolore.
:) cazzo, mi fanno sempre questo effetto!

appena letto dite una cosa gentile, di apprezzamento, di affetto, di stima a qualunque persona che passa. cosi. senza pensare. e poi fate rapporto a me (dettagliato s'intende - sì, lo so, per un italiano è quasi blasfemo dire una cosa carina ad un altro e poi vantarsene - fatelo lo stesso. non vale "appena posso" oppure "fatto!" ma senza specificare -solo i dettagli espliciti possono funzionare come cura contro l'odio :). coraggio!!!.

love, mod

8 commenti:

ekeka.z ha detto...

lo farò appena posso.
nell'attesa ti scrivo che sei fantastica.
baci :*

il monticiano ha detto...

Fatto, credimi però, m'è costata una gran fatica
perché sono giorni questi che mi girano a velocità vertiginosa.
Per fortuna quando scrivo mail e leggo post tipo questo, le cosiddette si prendono una pausa.

Gio ha detto...

Mod sei meravigliosa, ti voglio bene, ti penso 500 volte al giorno.
Ah, ma questo non vale, hai ragione.
Tu non sei una persona 'che passa' ma che entra li e ci resta.

A dopo il secondo tempo allora.

indierocker ha detto...

compiere atti d'amore, cosi', gratuiti!!!!!
wow, che grande idea!!!

..btw, non è che sei passata da me l'altroieri con IP 93.33.210.# e cioè visitor number 50.000?
...sai, in palio c'era una rough session (whatever that is, lol)

Ev@_Dunkeln ha detto...

Da un pò di tempo che non passavo qui da te, e come spesso accade mi perdo sempre le emozioni migliori.

Decido il mio dettaglio esplicito;
Seguire di più il tuo Blog.
Mi aiuta a pensare meglio, a far quadrare i conti della mia follia.

Un abbraccio forte.
Ev@

ekeka.z ha detto...

ieri ho compiuto un grande gesto d'ammmore, oltre che di santa pazienza. ho guidato passo a passo mum nel vasto mondo delle mail.
oltre a ciò, posso confermarti che leggerti mi ha concesso di essere un po' più gentile del solito.

piccole sciocchezze di fronte alla forza che ci dimostri leggendoti.
ti abbraccio.
chiara.

Fuma ha detto...

Io ho ripreso i contatti con una mia amica, quasi qualcosa di più di un'amica, con la quale avevo discusso in modo molto acceso per una determinata questione che riguardava l'essere proprio quel qualcosa in più di un'amica. Stiamo ricostruendo la nostra amicizia spogliandola del lato "sentimentale" perché sappiamo che quel lato non potrà mai avere luogo. Ma ci vogliamo bene e non vogliamo perderci.

Andrea40 ha detto...

Il tuo non è semplicemente un atto d'amore individuale: è qualcosa di più.
E' speranza, conforto, calore, verso un essere umano bambino che è immensamente fragile.

Hai ceduto un po di te stessa, in una situazione estremamente difficile.

A me piace ricordare queste parole: chi salva una vita, salva il mondo intero.

E io sono certo che Tu, quella vita è come se l'avessi salvata.

Buona giornata