28.1.08

praticamente in mutande


ieri sera mi chiama una mia very-good-girl-friend dalla germania - da berlino, per l'esattezza, dove spero di tornare molto presto. mi ha raccontato che il suo uomo (bello, alto, saggio, tenero, sincero, ricco, di talento) ha mollato lei per un'altra - tenendosi la loro attività (studio fotografico molto conosciuto), lasciando a lei i figli (3), i debiti da pagare e, a quanto pare, un infezione lì dove non batte il sole, che è quella più imbarazzante e umiliante. Sì, perché fino alla sera prima di darle la notizia che "infondo non siamo mai stati fatti per stare insieme", le entrava nel corpo con passione, amore e tenerezza ("perché non facciamo un'altro figlio, amore?! Sei la roccia sulla quale ho costruito la mia vita ecc.ecc.ecc."). Insomma da lì il titolo del blog. Lei alla fine quando non ha più lacrime mi singhiozza nella cornetta che "praticamente m'ha lasciata in mutande...pausa...altro singhiozzo......d'accordo, sono di seta e molte belle, ma questo non mi consola veramente.....pausa singhiozzo...ma se tu potessi venire presto a fare un giro con me...andiamo a bere una roba da Harry....musica da Helga.......e qualche bel maschio da frustare da Rosita's......singhiozzo......mi sentirei meglio....e mi toglierei anche le mutande, giuro.....singhiozzo"
Per un attimo restiamo zitte. poi scoppiamo a ridere, a ridere.....e non riusciamo più a fermarci.
Ultimamente vedo un sacco di gente che rimane "in mutande" - me compresa.
c'è chi non riesce a riprendersi il controllo del proprio corpo, della proprio vita, c'è chi si mette con gente troppo grande, chi si fa manipolare "per amore" , chi tradisce per paura di essere tradito, chi fugge l'amore perché non sa cosa farsene, chi scopa qualunque cosa, che, contando fino a tre, non si è messo in salvo sopra un albero, pensando che sia la libertà, c'è chi veramente non arriva alla fine del mese e chi va in crisi esistenziale perché non sa decidere tra una borsetta Chanel o Hermès.
Insomma: l'unica cura che funziona contro tutta questa disperazione, depressione, cattiveria e bassezza è riderci sopra.....oh, e anche ricevere in regalo Bob Marley da un 15enne che ti dice "ma, questo è morto nel 81, quindi dovrebbe piacerti - è della tua età e devi ascoltarlo a tutto volume. Lo ha detto il tipo del negozio. E' vecchio anche lui"
Oh, io l'ho fatto e funziona! Provare per credere!
(foto by joerg zimmermann)

4 commenti:

Andy ha detto...

Che ci vuoi fare: molto meglio riderci su. Anche in mutande, ma ridere.

modesty - also known as the Natural Blonde Killer ha detto...

...questo l'ho già scritto io....

Andy ha detto...

Vabbè...io lo ribadisco.

Lara ha detto...

Bob Marley è la figata migliore