30.4.10

STRANGE DREAMS


sto diventando "an anesthesia addict", una dipendente dagli anestetici.
una volta mi terrorizzava l'idea di non avere il controllo sul mio corpo e
che sicuramente qualche bastardo se ne sarebbe approfittato di me.
col tempo e la sempre maggiore freuqenza di interventi chirgurgici
quel terrore si è arreso ed è andato a farsi fottere.
(nota bene: la paura perde SEMPRE contro il passare del tempo e degli eventi - non male sta cosa, no?)
ora mi godo il viaggio.
si fanno dei sogni stranissimi.
questa volta ho partecipato ad una festa in cui i bambini erano gli adulti e vice versa - io ero alla festa per incontrare "Marlon" e alla domanda di un ragazzino con i capelli biondissimi e gli occhi azzurri ghiaccio "chi stessi aspettando" ho risposto appunto "Marlon". il ragazzino allora mi chiede "Quale Marlon? Brando?" e ridacchiando gli rispondo "Spero proprio di no, non lo ho mai potuto soffrire quell'idiota." e allora il ragazzino mi offre qualcosa da bere e mi dice "Ciao, sono IO Marlon" e io immediatamente mi innamoro di lui pensando che non è possibile innamorarsi di un ragazzino che sembra non avere più di 10 anni.
"Tranquilla," dice lui e mi prende per mano. E lì mi accorgo che le nostre mani sono alla stessa altezza. "Uno specchio, Marlon, ti prego!"
Vedo una bambina coi capelli cortissimi biondo-rossicci e gli occhi del colore di un lago inquinato dall'inchiostro blu notte. ho il rossetto rosso sangue, le unghie uguali, una gonna coi fiori e gli stivali da biker.
quando mi giro esclamando "Che figata, Marlon, GUARDA, sono tornata bambina anche io..." - vedo mio fratello vecchissimo, con la faccia tutta piena di rughe che mi sorride dolcemente e dice "Ciao, sorellina!"
"Dov'è Marlon, cazzo?" gli domando seccata. E' il mio sogno questo e lui me lo sta rovinando, penso. lui non risponde ma mi abbraccia forte e io cerco di spingerlo via....
sull'incazzatura e un insistente e fastidioso dolore provocato da qualcuno che mi pizzica faccia e petto mi sveglio. ho la bocca secchissima, ma niente tubo in gola - buon segno. quel che manca è la voce. neanche un rantolo esce dalla mia gola. doc addison mi sorride e dice "now, you gotta shut up and you'll be fine soon!" sorride contento, perché non posso insultarlo. gli da la sensazione di comandare lui. vabè, cazzo vuoi che siano 48 ore di silenzio per una che è destinata a vivere per sempre a quanto pare!

love, the nightly mod

P.S. The dead weather e Jack White li ho scperti solo ieri. The Doc me li ha presentati, as usual. Sono stati come un pugno in faccia per me. e poi ascoltarli, anche a me, fa ribollire il sangue!

5 commenti:

Gio ha detto...

Ehy Mod, pensa un po': nel mio ultimo sogno c'era una tizia armata di spada e vestita da suora ;-)

Buon risveglio

Zio Scriba ha detto...

Splendida canzone, che però impallidisce davanti al tuo splendido sogno e allo splendido modo in cui lo racconti. Com’è vario il mondo dei blog! C’è gente come Te, e gente come quel poveraccio che è appena venuto a dirmi “faccia di merda” perché non ha capito lo spirito giocoso di una mia goliardica parodia (non contro di lui, poco illustre sconosciuto, ma contro un libro che a lui piace e a me no…) Poveri noi…

Pupottina ha detto...

nel mio ultimo sogno c'era una salamandra ... cosa vorrà dire?

O_O

Pupottina ha detto...

buona festa del primo maggio

^________________^

modesty ha detto...

gio) ho sempre saputo che sei "dei miei"! sei tu che neghi l'evidenza, cazzo!

zio)...che fai mi lusinghi?!...naaaaa! o sì? ;-)

pupa) ...ekkennessò, non so interpretare i sogni. me la cavo bene solo con le carte. lì ci becco sempre.