12.11.09

cinemod - prima parte


questa volta il tutto inizia con un acquisto. mod vede una moto e se ne innamora. una vecchia bmw, anno di costruzione 1972. nella piccola valle dove abita la conoscono un po' tutti. appena arrivata nel 2001 con due camion pieni della sua vita passata, un figlio silenzioso e triste, due cavalli carricati sopra un enorme trailer americano, una madre che, appena arrivati a destinazione, organizza in maniera prepotente ed efficace la gente accorsa per vedere chi ce di nuovo, per dare una mano,....insomma mod si presenta come una che non parla volentieri con nessuno, ma saluta tutti e dal secondo giorno che è arrivata paga la colazione a Francis della Nigeria, il vu-cumprà del paesino, che ha un sorriso che accende una luce cosi. i viticoltori la vedono a cavallo in giro per la campagna. in estate alle 5 della mattina quando ancora fa fresco lei corre insieme a quella cavalla nera. corrono come due pazze con le criniere al vento. la vedono in sella a Matilda la sua cavalla "Trakehner" e con l'altra cavalla, una polacca mezzo sangue baia salvata dal macello, a seguito docilmente come un cane fedele senza neanche una capezza tutte e tre passeggiano con calma nel campo dietro al cimitero. il parrocco giovane del paese che ricorda un po' capezzone (quello che una volta era radicale e che ora da via  quel che ha a quelli al potere) li osserva ogni tanto dalla finestra di casa sua. e siccome non risponde mai al cenno di saluto di mod, lei un bel giorno si mette in posizione in sella e si tira su la maglietta. non lo vede mai più alla finestra.


 


la gente un po' la teme da quando nel 2002 una bella mattina d'autunno disarma due vecchi cacciatori ubriachi già alle 7 di mattina. uno dei due aveva sparato accidentalmente al suo cane e siccome il terrazzo della mod dava proprio sulla scena del delitto è stato un attimo: i due uomini di colpo sobri. una mod furiosa che prima li prende a male parole e poi gli prende i fucili, li scarica à la Eastwood per consegnarli poi, dopo che ha portato il cane dal veterinario, ai carabinieri (che da quel dì la chiamano quando qualche turista di lingua estera ubriaco combina un incidente). E ora che la mod si è comprato la moto non fa quasi più notizia. il ragazzo che fa il meccanico del piccolo negozietto di moto in paese resta un po' perplesso. mod chiede se la moto è a posto. poi il prezzo. non lo discute. non ne ha l'abitudine. prima di andarsene però guarda serio il ragazzo e gli dice: " lo sai, sì, che se la moto non è perfetta, torno a trovarti?!".
il doc, tutto contento che la mod si è comprato la moto (dice che è un gesto sconsiderato e quindi importantissimo perchè da un senso di ottimismo), come sempre crea la scena e la colonna  sonora della vita di mod. le manda un film che deve essere più o meno dello stesso anno di costruzione della moto. si chiama "the vanishing point" con un barry newman in fuga da tutti e tutto - specialmente da se stesso. per un secondo mod pensa "che cazzo, ma perchè non ci hanno messo steve mc queen", ma poi va benissimo barry. se la cava perfettamente. la scena più bella è ovviamente quella con la ragazza nuda in moto. come tutte le ragazze di quella epoca indossa la nudità  con eleganza indifferente come farebbe una ragazza ricca con un vestito di haute  couture. 
 
mod guarda il film tre volte. la terza solo le immagini ma con la musica del film nelle orecchie. the doc l'aveva messa sul ipod tempo fa....della serie prima o poi la scoprirà sta roba. infatti!

mod sta sveglia tutta la dannata notte, con quella felicità che non si sa dire quanto vale. perchè non ha prezzo.
domani o non so la seconda parte di cinemod: ho guardato finalmente "uomini che odiano le donne".


17 commenti:

Tom ha detto...

doc, you know how to handle the bitch!

;-)

Gio ha detto...

Unwiderstehlich, Mod!

Spero di aver scritto qualcosa di sensato ;-)

modesty ha detto...

bitch? says who?!

gio) you did! :) danke, kleiner

Gozer ha detto...

veramente il tuo racconto è meglio di qualsiasi film.
ti ci vedo proprio alla grande tra Clint Eastwood e Steve McQueen :)

marco ha detto...

Bello l'esame della vista al prete.
A me fanno vedere sempre e solo delle lettere, che palle!

Lucien ha detto...

Grande film on the road (in italiano Punto zero) e mitico Kowalski. L'ho scoperto tardissimo: è del 1971 ma l'ho visto per la prima volta e subito di seguito un'altra volta, un paio di anni fa. Lo cita Tarantino in Grindhouse come una delle fonti a cui si è ispirato.

lillo ha detto...

10 a 1 che il film che chiedi con bo derek era "tarzan the ape man" dei primi anni '80 con richard harris nella parte di tarzan e la derek in quella di jane... in assoluto uno dei film più pruriginosi della mia infanzia ;)

bel racconto e avevi ragione tu, c'è molto di più di una donna gnuda su una moto... ciao mod! un bès e alla prossima!

marco ha detto...

provata una ricerca e il film dovrebbe essere:

Bolero.

Ma a cavallo nuda sono solo pochi secondi

http://video.google.it/videosearch?hl=it&um=1&q=bo%20bolero&ie=UTF-8&sa=N&tab=iv&start=0#

La scena è a 1:28:40

Elvezio Sciallis ha detto...

Pare anche a me che si possa trattare di Bolero e pare anche a me che sia molto più interessante il tuo racconto che il film...

il monticiano ha detto...

Letta con molta attenzione questa prima parte mi permetto esprimere una mia opinione personalissima.
La mod a cavallo mi va più a genio della mod in moto.
Percepisco l'esatta figura della vichinga forte e battagliera oltre che perfettamente femminile.
Attendo ansioso la seconda parte.

UIFPW08 ha detto...

E' davvero un bel film, dove i ricordi viaggiano nella memoria come le monocilindriche sfrecciavano senza sosta tra i desideri di libertà...dove la vita ci riserva sempre emozioni infinite..
Un bacio
Maurizio

modesty ha detto...

gOOz) non sei obiettivo. non più! ;)))

marco) il punto è che se la mod fa quel gesto sconsiderato è perchè la hanno fatto incazzare. meglio le lettere per l'esame della vista! :)

Lucien) ...ok...quando avremo fatto il nostro ballo insieme, ci sta anche cinema! senz'altro!

lil) visto?! non prometto mai nulla a vuoto....o quasi.

marco bis) che dire: BRAVO, GRAZIE

elvy) wellcome on board. :) it's a pleasure.

al) l'ansia NON va bene! :) ma fa piacere.

maurice) thank YOU!

love, mod

Gio ha detto...

Oddio sto per farlo ...
Sto per difendere un prete ...

Data la mia carriera ventennale di ultra miope, posso garantirvi che avere il dubbio, ma non la certezza, che qualcuno ci stia salutando (da lontano) è terribile.

Si resta sempre li in attesa di un gesto piu' evidente, con la tipica espressione del pesce lesso, di una voce sonante che ci dica 'Si Gio pirlone sto salutando te!'.

Tenete sempre presente l'opzione 'ultra miope' quando avete un imbranato di fronte.

MINT ha detto...

Bello rileggere sta storia che avevo sentito a voce.

Ma la bitch non era un'altra?

Mi sa che allora ce ne piu' di una.

p.s. Porto su la Guzzi di Grimilde.

modesty ha detto...

ben tornati!

e poi: ???
quale storia? e quale altra bitch?

:) troppa berliner luft?!

Roberta ha detto...

Guarda guarda...c'è sempre qualcosa di nuovo da scoprire!

fabio r. ha detto...

per un cane ferito io avrei direttamente sparato a loro! brava, stolz auf dich!