3.10.09

only 13



(questa foto è stata tolta di recente da una esposizione alla modern gallery of art a londra. mostra una brooke shields giovanissima che posa nuda)

che cosa c'è da dire nel caso
del piccolo
polanski?!

che è un regista di fama mondiale.
che probabilmente è un libertino
amante dell'amore strano.
che i suoi film hanno toccato il mio cuore (il pianista).

e che è stato arrestato
per aver "fatto ubriacare, per aver drogato e poi violentato una tredicenne più di trent'anno fa".

e il mar rosso si divide.
"Innocente!" dicono gli uni - e non sono certamente solo intellettuali di sinsistra.
"poverino" dicono gli altri - che magari nemmeno hanno visto un suo film.
"sulla forca" - c'è chi grida questo - e magari fa cose altrettanto terribili, giustificandoli con scuse vergognose.

cosa provo io che amo i suoi film?
che mi fidavo del suo gusto artistico,
della sua delicatezza e poesia nel raccontarmi la storia di oliver twist.
sapevo di questa storia.
ma vagamente.
mi madre diceva da sempre di lui
"il piccolo polanski - che ometto penoso."

e io?
non dico niente.
non c'ero lì, alla casa del buon vecchio jack nicholson -
a bere, e farmi di ogni droga disponibile sul mercato e partecipare all'allegra orgia.
io non c'ero.
quindi non dico cosa dovrebbero fargli.
neanche dico che è innocente. o colpevole.

ma se chiudo gli occhi per un istante
mi vedo lì
qualcuno mi ha portata in quella casa bella e lussuosa.
mi sento grande.
è tutta gente famosa
che mi tratta con gentilezza.
mi offrono da bere.
fumo una cosa che sa di dolciastro e poi, ma non me lo ricordo,
qualcuno mi da cose da ingoiare che hanno un sapore lievemente amaro.
mi sento leggera.
tutto è colorato.
e poi c'è quel uomo che mi prende per mano.
mi sorride dolcemente.
dice "non aver paura. vieni con me."
e io non ho paura.
neanche quando mi trovo nuda
e sola con lui.
mi accarezza.
e quando sento dolore mi bacia avidamente.
dice "ti amo e ho bisogno che mi ami anche tu".
e io lo guardo e dico "ho solo 13 anni".

7 commenti:

Gio ha detto...

Non conosco Polanski come regista, ho un rapporto stano con l'arte cinematrografica.

Temo però che quest'uomo abbia rischiato di rovinare la vita di una persona, a 13 anni per forza di cose 'innocente'.

Certo 30 anni sono tanti ... ma siamo in Svizzera, paese dove anche Gheddafi Junior è stato sbattuto in galera (io non vado più da Tamoil a fare benzina).

Giovedi sera ero a Bellevue, a Zurich.
E' arrivato un macchinone del Festival, passeggiavo con un'amica - pure lei disinteressata a questo mondo.
E' uscito un tizio e dovevi vedere quanti flash!

Davanti ai fotografi non siamo tutti eguali, è chiaro, ma davanti alla legge si, speriamo!

'Baciare avidamente' in questo contesto sembra un ossimoro, una forzatura, mentre credo che tra due amanti sia naturalissimo.

Ciao!

Lucien ha detto...

Amo Polanski. Ho letto la sua autobiografia e ho pianto vedendo il pianista. Di fronte a questa vicenda non riesco neppure ad immaginare come hai fatto tu, nè ad esprimere stupore per l'arresto come hanno fatto in tanti o unirmi al coro di condanne.
Difficilmente non prendo una posizione sulle questioni, ma in certi casi è veramente difficile.

MINT ha detto...

Io come regista conosco polansky. Credo che l'unico film che mi abbia davvero terrorizzato Sia stato l'inquilino del terzo piano.

Ma non ho scuse da apportare: la legge e' legge ed il fatto sia avvenuto 30 anni fa e l'arresto solo ora e' solo dovuto che il nostro e' scappato.

Il fatto che ci sia altri personaggi famosi coinvolti, la ragazza lo abbia perdonato e' secondario.

subisce il processo e la legge deciderà il daffarsi.

mi stupisco invece come la comunità internazionale in nome dell'arte osi dimenticarsi un fatto cosi' grave.

bondearte ha detto...

I think the Court delay, but it appears when it takes 30 years to appear, it seems to me that is no longer justice is another thing.
One thing is the man Polansk, another is the artist Polansk, and as a human being, it has many defects.
The trial has to be done for man, Polansk.
American law is very efficient after 30 years? only now it appears,ben detto mio nonno italiano. "Ma che la legge andrà bene qui, mama mia!!!
Um bacione
Ti abbraccio forte

Kameo ha detto...

Questo per ricordarci che anche gli artisti sono uomini e vengono giudicati dalle leggi degli uomini.
L'uomo, con le sue debolezze, perirà, la sua arte resterà.

Pupottina ha detto...

hai descritto gli eventi con troppa dolcezza e buon gusto... non credo sia stato così perché chi si fa credo mostri il suo lato peggiore ed animalesco e forse non si rendeva nemmeno conto che fosse una bambina... certo la colpa va data anche a chi l'aveva portata ad una festa così...
ed anche in un altro caso a chi faceva posare così Brooke Shields..
^_____________^

buona domenica

Antonella ha detto...

Non trovo giustificazioni.